Nuraghe S’Omu e S’Orcu 2019-03-11T12:05:12+00:00

Il nuraghe S’Omu e S’Orcu sorge ai piedi del rilievo calcareo del Monte Mannu, è il più grande della Sardegna Sud-occidentale nonostante sia stato oggetto di solamente 2 scavi di cui uno negli anni 90’ e uno nel 2002, di quest’ultimo non sono mai stati pubblicati gli studi effettuati.
Il professore Giovanni Lilliu, considerato il massimo conoscitore della civiltà nuragica, ha descritto il nuraghe in questo modo <>.
La sua costruzione è stata eseguita in epoche diverse entrambi risalenti all’epoca nuragica e all’età del bronzo. Il mastio centrale è databile al 1600 a.c. invece l’antemurale risale al 1000 a.c.
Molto curiosa invece l’assenza sul luogo del materiale da costruzione, è stato accertato che le rocce utilizzate per la costruzione provengano dalla grotta San Giovanni e rimane un mistero sul come i nuragici avessero trasportato rocce così imponenti, una delle ipotesi avanzate indica il trasporto fluviale tramite il Rio San Giovanni e questa tesi pare essere avvalorata dal ritrovamento di alcune rocce nel fiume.
Attorno vi era presente un villaggio di cui oggi sono presenti dei resti testimoniando un uso difensivo del territorio in quanto la sua posizione permetteva di avere un’ampia vista del territorio circostante. In seguito agli studi si è scoperto che presentava anche un vano per la fusione dei metalli, due cortili e due corte d’armi sul lato Sud e Ovest. Il suo nome tradotto significa La casa dell’orco e si narra che il nome fosse stato dato dai nuragici per evitare che i bambini vi si avvicinassero.
Un altro dato interessante è stato il prelievo di alcune rocce del nuraghe per costruire varie abitazioni del paese vicino.
Attualmente il nuraghe si presenta recintato, per proteggerlo dall’incuria della popolazione locale, con impianto di videosorveglianza.
Il consorzio si sta attivando per renderlo fruibile e visitabile attraverso la progettazione di visite guidate con relativa area servizi adiacente comprensiva di chiosco e bagni .
L’ itinerario della visita sarà illustrato da una guida certificata ed il percorso seguirà tutto il perimetro del nuraghe.