Visite guidate – Trekking – Arrampicata 2019-04-04T11:37:32+00:00

Per la stagione turistica è prevista la possibilità di fare delle visite guidate.

Le Grotte di San Giovanni: magnifico percorso all’interno della grotta di San Giovanni, nelle pendici meridionali del massiccio calcareo del Marganai, in comune di Domusnovas.
Questa visita guidata offre la possibilità di ammirare spettacolari formazioni geologiche (specchi di faglia) e carsiche con stalattiti, stalagmiti, concrezioni e speleo temi unici nel suo genere, macro e micro gours, con presenza di rara ed esclusiva fauna endemica tipica delle grotte (pipistrelli, geotritoni, diplopodi, ecc.).
Si percorre un tracciato interno, utilizzato da tempi remoti che ha significato, sino a pochi anni fa, la via preferita per il trasporto dei minerali di piombo, zinco e rame estratti dai ricchi filoni presenti nelle montagne dell’interno. La visita dura 2 ore partendo da La Cartiera. Si consiglia un abbigliamento comodo. Incontro: Info Ponti La Cartiera, lungo la strada che da Domusnovas conduce alla grotta San Giovanni Per esigenze organizzative si chiede la cortesia di arrivare 15 minuti prima degli orari di partenza previsti.

INFO e PRENOTAZIONI: CONSORZIO NATURA VIVA SARDEGNA
www.consorzionaturaviva.it
Tel. 348 0553309 Emanuela

Il Nuraghe S’omu e S’orcu: Questo sito è rivolto agli appassionati della civiltà nuragica e in particolare al complesso nuragico di S’Omu e S’Orcu, situato ai piedi del monte Perdecerbu nella zona del Marganai a un paio di km dalla vetta più alta Punta San Michele.
Il tutto nel comune a Domusnovas in provinca del Sud Sardegna.
Si tratta di un nuraghe di tipo complesso e la sua realizzazione è stata a fasi che partono dal 1600 a.c. (mastio centrale) all’anno 1000 a.c. (antemurale), che nell’epoca nuragica corrisponde all’età del bronzo. Si tratta di un polilobato con un mastio centrale trilobato e poco piu distante sulla parte Est un antemurale pentalobato, infatti visitando il nuraghe è possibile vedere il punto di congiunzione dei dei due muri per via dei periodi di costruzione diversi. A oggi tuttavia nonostante siano stati condotti vari scavi e studi permangono varie domande inerenti alla sua destinazione d’uso.
Ciononostante sono stati ritrovati dei resti di un antico villaggio quindi si può dire che l’area è abitata sin dalla preistoria, gli studi e gli scavi sono stati condotti rispettivamente nel 1989 e nel 1993 hanno evidenziato la presenza, nel cortile interno situato alla parte Nord del nuraghe, di un vano per la fusione per via del ritrovamento di materiale fuso. Incontro: Info Pont Il Chiosco Nuragico, lungo la stradal paese conduce alla grotta San Giovanni passando per Via Nuraghe Per esigenze organizzative si chiede la cortesia di arrivare 15 minuti prima degli orari di partenza previsti.

INFO e PRENOTAZIONI: CONSORZIO NATURA VIVA SARDEGNA
www.consorzionaturaviva.it
Tel. 348 0553309 Emanuela

Il Marganai ( escursioni – trekking e lo sport outdoor a portata di piedi… ) speleologia, arrampicata,trekking, mountain bike e La foresta demaniale di Marganai con una superficie di 3650 ettari di vegetazione rigogliosa, è situata nella nuova provincia di Carbonia-Iglesias e confina con i comuni di Domusnovas e Iglesias.
Zona di estrazione mineraria in passato, qui il paesaggio naturale non ha perso la sua bellezza. Dopo l’abbandono delle miniere, la nuova sfida per questo territorio è la salvaguardia della biodiversità. La Foresta è ricca di percorsi molto suggestivi , nonché di numerose specie faunistiche e specie endemiche di piante, che sono oggetto di studio ed osservazione. Oggi, infatti, la foresta di Marganai fa parte del progetto “Parco naturale di Monte Linas, Marganai-Oridda, Monti mannu“, che si estende su un territorio di circa 22.220 ettari, comprendendo in parte i comuni di Domusnovas, Fluminimaggiore, Gonnosfanadiga, Iglesias e Villacidro.
La zona offre un ambiente ricco di boschi di lecci (nelle parti più alte), sugherete e macchia mediterranea, che crescono su rocce antiche. Il massiccio si presenta con cime considerevoli e vaste distese di roccia affiorante sul lato settentrionale. L’altitudine varia dai 214 ai 1009 m (Monte Nipis) sopra il livello del mare.
All’interno della foresta sono presenti altresì dei corsi d’acqua a portata stagionale, che segnano il paesaggio in modo spettacolare. Tra le attrazioni naturalistiche vi è la Grotta di S. Giovanni, una delle più vaste cavità calcaree regionali, attraversata, come una vera e propria galleria, da una strada, che corre in parallelo al Rio Sa Duchessa.
Sono possibili visite anche al giardino botanico della foresteria, che offre un’opportunità di conoscere parte del ricchissimo patrimonio della flora locale. Le specie animali che trovano habitat qui sono molteplici: il cinghiale, il gatto selvatico, la donnola, la volpe, il falco pellegrino e con un poco di fortuna si avvista pure l’aquila reale, mentre tra le specie di flora endemica vi è l’Helichrysum montelinasanum, l’Iberis integerrima, la Genista sulcitana o la Festuca morisiana. Risalta per suggestione e bellezza la vallata, in cui si inserisce il tempio di Antas, di origine punico- romano. Situato a pochi km dal comune di Fuminimaggiore, fu costruito come segno di venerazione della divinità locale Babai (Sid Addir per i cartaginesi e Sardus Pater per i romani).
La presenza dei cartaginesi prima e romani poi in questo luogo si deve ai ricchissimi giacimenti di piombo e ferro di un tempo.
Quest’area archeologica conserva, inoltre, tracce della civiltà nuragica: sono ben visibili le mura perimentali di capanne appartenenti ad un villaggio risalente al 1200 a.C., e le tre tombe a pozzo trovate nello spazio antistante il tempio.
A proposito di segni lasciati dall’opera dell’uomo e di ricchezze minerarie, meritano di essere menzionati anche i numerosi resti dei villaggi e stabilimenti minerari di Sa Duchessa, Arenas, Malacalzetta, Reigraxius, ciascuno testimonianza di un passato non lontano, in cui tale attività rappresentava una risorsa economica fondamentale per questo territorio.
Oggi i rispettivi ruderi hanno un certo fascino, avvolti dal paesaggio montagnoso, che fa nell’insieme fa pensare a una rivincita della natura che qui ha riaffermato il suo dominio!

INFO e PRENOTAZIONI: CONSORZIO NATURA VIVA SARDEGNA
www.consorzionaturaviva.it
Tel. 348 0553309 Emanuela